/ Agosto 30, 2020/ CittàDEM - La Newsletter del PD di Pordenone, Consiglieri comunali, News

Il Comune di Pordenone chiarisca se ha individuato delle sedi di seggio elettorale alternative agli istituti scolastici.Il decreto legge n. 26/2020, convertito con modificazioni dalla legge n. 59/2020, a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19, ha spostato il turno annuale ordinario delle consultazioni elettorali e referendarie del 2020 ad una domenica compresa tra il 15 settembre e il 15 dicembre.

Per non complicare ulteriormente la ripresa delle lezioni, sospendendole appena iniziate, nei mesi scorsi Prefettura e ANCI hanno sensibilizzato i Comuni a verificare e segnalare la disponibilità di eventuali immobili diversi dagli istituti scolastici ma simili per caratteristiche strutturali, di sicurezza e per profili di conformità alla normativa, in cui possano svolgersi le operazioni di voto.L’esperienza del quartiere Sacro Cuore, dove in seguito ai lavori di adeguamento antisismico della scuola primaria IV Novembre già in altre occasioni i cittadini elettori si sono recati nell’oratorio parrocchiale, dimostra come anche nella nostra città sia possibile individuare sedi di seggio diverse da quelle scolastiche tradizionalmente utilizzate.

A maggior ragione, dunque, con una interrogazione abbiamo chiesto all’amministrazione comunale se ha eseguito una ricognizione e con quale esito.L’iniziativa conferma l’attenzione del Partito Democratico verso la scuola anche a Pordenone.

Le consigliere Antonella Del Ben e Daniela Giust, infatti, nelle scorse settimane hanno chiesto la convocazione della competente commissione consiliare per fare il punto della situazione in vista del ritorno in classe di alunni e insegnanti.

Nicola Conficoni, capogruppo consiliare

Share this Post