/ Agosto 21, 2020/ News, Segreteria

La sguaiata sortita del Sindaco Ciriani dimostra, ancora una volta, quanto le tematiche ambientali stiano poco a cuore a questa Giunta.
Tralasciando il linguaggio che nulla ha di istituzionale, a cui ormai siamo abituati, sono i contenuti che amareggiano.

Ricondurre le legittime critiche al suo operato a una mera questione numerica su quanti alberi vengono tagliati è riduttivo e limitativo.
Pordenone, da sempre “città verde”, rimarrà tale nella visione di questa Giunta?
In che scala di priorità viene collocata la tutela dell’ambiente?
Perché in nessun caso è stato possibile trovare un punto di equilibrio tra la giusta manutenzione delle strade cittadine e la salvaguardia del patrimonio arboreo?

Ciriani si metta in testa che una parte considerevole della cittadinanza non condivide il suo programma e non accetta i suoi metodi. Questi cittadini, che lui superficialmente identifica come contigui al “vuoto pneumatico del Pd”, hanno tutto il diritto di esprimere le proprie posizioni senza essere sistematicamente insultati e verbalmente aggrediti dal sindaco e dai suoi sodali, che pullulano da mattina a sera sui social network.

Ribadiamo, infine, come il linguaggio da bar poco si addica a un leader politico e per nulla ad un amministratore pubblico che dovrebbe, almeno durante il mandato, sforzarsi di rappresentare la città nella sua interezza.

Share this Post