/ Giugno 1, 2020/ Consiglieri comunali, News

“Se il sindaco Ciriani riuscirà a quadrare il bilancio 2020 il merito è soprattutto dei provvedimenti adottati dal Governo sostenuto dal Partito Democratico – afferma il capogruppo in Consiglio comunale Nicola Conficoni.

Dopo avere già ricevuto 272.000€ per i buoni spesa, 37.000€ per la sanificazione, 7.000€ per gli straordinari della Polizia locale e 32.000€ per le sedi giudiziarie, infatti, il Comune di Pordenone incasserà ulteriori 2,77 milioni di euro dallo Stato.

Dato che il Ministero dell’Interno ha disposto il pagamento di un acconto pari al 30% della quota del fondo di 3,5 miliardi di euro istituito dal Decreto Rilancio per concorrere ad assicurare le risorse necessarie all’espletamento delle funzioni fondamentali esercitate dagli Enti Locali, nelle casse del municipio presto entreranno ben 831.000€ cui si aggiungeranno ulteriori 1.939.000€.

Considerati i 2,25 milioni di euro liberatisi grazie alla rinegoziazione dei mutui concessa dalla Cassa Depositi e Prestiti su sollecitazione del ministro Gualtieri e gli ingenti fondi svincolati dalla sospensione di un anno del rimborso della quota capitale dei mutui per 2 milioni di euro contratti con il Credito Sportivo, pure prevista dal Decreto Rilancio, dunque, il primo cittadino quest’anno avrà a disposizione circa 5 milioni di euro per compensare le minori entrate che l’emergenza covid-19 ha portato con sè ed erogare gli aiuti alle famiglie e alle imprese in difficoltà.

A maggior ragione, spiace che non abbia ancora coinvolto nella loro definizione chi sta contribuendo in modo decisivo al rilancio della città.
La collaborazione tra e nelle Istituzioni è fondamentale per uscire più velocemente dalla crisi”.

Share this Post