/ Febbraio 24, 2020/ CittàDEM - La Newsletter del PD di Pordenone, News

Più soldi in busta paga e meno tasse, volevamo questo primo risultato e lo abbiamo raggiunto. La legge finanziaria 2020, approvata dal Governo Conte, registra un’importante inversione di tendenza rispetto alla precedente manovra: finalmente si abbassano le tasse al ceto medio.

A partire dal prossimo primo luglio, infatti, ben 16 milioni di lavoratori potranno contare su stipendi più alti. La misura riguarda i redditi dagli 8mila ai 40mila euro lordi annui.

I lavoratori collocati nel primo scaglione, da 8mila a 28mila euro, già interessati dal bonus 80€ introdotto dal Governo Renzi, vedranno lo sgravio fiscale arrivare fino a 100€ al mese.

Coloro che percepiscono un reddito annuo da 28mila a 35mila euro, riceveranno un aumento mensile compreso in una forbice tra 97€ e 80€, a seconda di quanto guadagnano.

Il terzo gruppo di lavoratori interessati, quello dai 35mila ai 40mila euro annui, riceverà un aumento mensile da 80€ a scalare fino a 0 per chi supera il tetto dei 40mila.

Si tratta un primo passo concreto per aiutare chi lavora, impensabile fino a un anno fa, quando la precedente maggioranza voleva introdurre la flat tax, tagliando le tasse solo ai più ricchi.

Noi invece abbiamo deciso di partire da chi ogni giorno contribuisce, con il proprio lavoro, alla tenuta economica e sociale del nostro Paese.

Un altro importantissimo fattore di equità è il rinnovato impegno a contrastare l’evasione fiscale.

Sul punto la legge di bilancio prevede politiche di contrasto in più settori, puntando anche sull’incremento dei pagamenti elettronici. Per questo motivo, viene istituito il cosiddetto cashback per chi utilizza strumenti di pagamento elettronici: un rimborso delle somme spese per acquisti pagati tramite carte di credito e bancomat.

Lotta all’evasione e tasse più basse a chi lavora: un’Italia più giusta passa anche da qui.

Città DEM – Newsletter del circolo PD di Pordenone – Febbraio 2020

Share this Post